I tarocchi a bassissimo costo

Chi pensa di fare affidamento sui tarocchi a bassissimo costo per ricevere l’aiuto di un oracolo onnipotente probabilmente si trova sulla strada sbagliata: non è questo l’approccio con cui ci si deve avvicinare alla cartomanzia. Gli arcani maggiori e gli arcani minori, molto più semplicemente, sono degli strumenti che possono essere sfruttati con intelligenza e con sensibilità: ma affinché ciò avvenga è opportuno che vengano gestiti da persone esperte.

Per quanto nei tarocchi a bassissimo costo si possano riscontrare molteplici variazioni, anche in funzione del metodo di divinazione che viene scelto e applicato dal cartomante, i tradizionali mazzi sono costituiti da 78 carte: di queste, 56 sono a loro volta suddivise in quattro gruppi, le spade, le coppe, i bastoni e i denari. Ognuno di questi gruppi rappresenta una diversa influenza: le spade, per esempio, hanno a che fare con l’intelletto; le coppe, invece, hanno a che fare con le emozioni; i bastoni, poi, hanno a che fare con l’energia; i denari, infine, hanno a che fare con il fisico. Nel momento in cui le carte vengono osservate, esse agiscono – attraverso i propri simboli – sulla mente inconscia, e permettono di far venire allo scoperto delle intuizioni, dei sentimenti o dei pensieri che si pensavano nascosti, o addirittura sepolti chissà dove.

Ciascuna carta, come si può ben immaginare, è caratterizzata da uno specifico significato; al di là delle 56 carte già menzionate, che vanno dall’asso al re, ce ne sono altre 22 che rappresentano gli archetipi, vale a dire i temi più importanti della vita delle persone. L’inizio del percorso, e cioè la prima carta, propone il Matto, mentre la sua conclusione, e cioè l’ultima carta, propone il Mondo: nel mezzo ci sono le diverse transizioni, le varie sfide e i molteplici stati dell’essere che si possono incontrare nella vita quotidiana.